Prenota ora
Selezionare
  • Authentic Gracia
  • Sagrada Familia
Prenota
Destinazione
2/0
Prenota

La Cattedrale di Barcellona - Scopri alcune delle sue curiosità

Cultura Cultura 03/01/2024
None

La Cattedrale di Barcellona è il tempio religioso più importante della città e uno degli edifici più emblematici della città, insieme alla Basilica della Sagrada Familia.

Situato nel cuore del quartiere Gotico di Barcellona, tra le sue strette vie, dove restano resti dell'antico Barcino (antico nome romano di Barcellona), potremo scoprire anche i simboli del quartiere ebraico o scoprire i luoghi preferiti dai più modernisti bohémien.



Un errore spesso commesso dai visitatori della nostra città è pensare che la Sagrada Familia sia la Cattedrale di Barcellona. Ma non è così. La Basilica Cattedrale della Santa Chiesa di Santa Croce e Santa Eulalia fu costruita tra il XIII e il XV secolo ed è il gioiello gotico più prezioso di Barcellona. Nel corso di tutti questi secoli è stata testimone di ogni genere di eventi storici e c'è chi dice che ciascuna delle sue pietre nasconda qualche segreto. Inoltre, è la sede dell'Arcivescovo di Barcellona, il che la rende la chiesa più importante della città.



  • La sua costruzione iniziò più di 720 anni fa su un'antica chiesa romanica, che in precedenza era stata paleocristiana. Oggi i resti archeologici possono essere visti al Museo di Storia di Barcellona, MUHBA .



  • Ogni anno, in occasione della festa del Corpus Domini, nel chiostro della Cattedrale si svolge la tradizione de “l'ou com ball”. Si tratta di un'usanza che consiste nel far danzare un uovo nella fontana del chiostro, addobbato con fiori e ciliegie rosse.



  • Nello stesso chiostro si trovano tredici oche, tante quante, secondo la tradizione, era vecchia Sant'Eulalia quando venne martirizzata. Sant'Eulalia è la compatrona di Barcellona insieme alla Vergine della Misericordia. Era una ragazza di 13 anni che si ribellò alle persecuzioni dei cristiani nel III secolo d.C.. Si dice che in risposta a questo atto di insolenza, il governatore di Barcino la sottopose a tredici martiri, tanti quanti era la sua età. L'ultimo fu crocifiggerla su una croce a forma di croce, emblema della cattedrale e simbolo della diocesi.



  • Le sue 21 campane hanno un nome di donna. La “Tomasa” è la più grande e si suona nelle occasioni più speciali, mentre la “Honorata” è la più rivoluzionaria: la fondarono nel 1717 perché veniva suonata durante i moti contro Filippo V. Le altre sono la Mercè, la Montserrat , l'Antònia, Dolors, Gregoria, Narcisa, Paciana, Angélica, Servera e Oleguera.


  • Attraverso la cappella dei Santi Innocenti, accanto alla porta di San Ivo, si accede ai terrazzi con ascensore. Dalle terrazze si possono vedere i due campanili, i due pinnacoli laterali, la cupola coronata dalla Santa Croce sorretta dall'immagine di Sant'Elena, il chiostro e una vista panoramica di Barcellona molto interessante.




  • Ci sono anche 250 doccioni che incarnano streghe e spiriti maligni, dalle forme alquanto grottesche, tra cui tori, elefanti, maiali, arieti e persino un unicorno. Nel Medioevo e attraverso i bestiari medievali, l'unicorno venne scelto come simbolo di potere e purezza.





  • Di grande interesse artistico, liturgico e storico è l'organo della Cattedrale. Si trova all'interno della navata, sotto il campanile, nella galleria superiore, sopra il portale di San Ivo. Fu costruito tra gli anni 1537 e 1539. Fu riparato e restaurato negli anni 1985-1994. Dal 1990 vengono programmati mensilmente concerti d'organo con grande successo di pubblico.




  • La cattedrale ha 5 porte:


  • La porta principale

  • Il Portale di Sant'Ivo

  • La Porta della Misericordia

  • La Porta di Santa Eulalia

  • La Porta di Santa Lucia


Ognuno di loro ha un design unico e maestoso degno di questa cattedrale.






Questi sono solo alcuni fatti interessanti sull'intera storia nascosta nella cattedrale di Barcellona. Vi consigliamo quindi vivamente di programmare una visita a quest'opera d'arte architettonica e ricordiamo che, le prime domeniche del mese, l'ingresso è gratuito.


Trovi tutte le informazioni qui.



Condividere: